Sostenibilità azienda

Nel panorama aziendale contemporaneo, numerose imprese stanno cercando di trasformarsi in aziende sostenibili poiché riconoscono un vantaggio competitivo in questo innovativo paradigma organizzativo.

 

Tuttavia, abbracciare esclusivamente pratiche eco-friendly non è sufficiente per raggiungere la sostenibilità; è necessario un intervento più approfondito e profondo, tenendo conto di diverse sfaccettature.

Cosa si intende per sostenibilità?

Il Rapporto Brundtland, pubblicato nel 1987 dalla Commissione Mondiale sull’Ambiente e lo Sviluppo, una divisione del Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente, e comunemente noto come Il Nostro Futuro Comune, definisce la sostenibilità come “la qualità di un processo o di una condizione che può essere mantenuta a un certo livello indefinitamente”.

Quali sono le caratteristiche di un’azienda sostenibile?

Esaminiamo cosa significa effettivamente la sostenibilità aziendale e come un’azienda evolve per essere consapevole dal punto di vista ambientale e socio-economico.

Il concetto di un’azienda sostenibile può essere espresso come un impegno verso un modello di business responsabile, con l’obiettivo di garantire uno sviluppo sostenibile che tenga profondamente conto della salute del pianeta e del benessere sociale ed economico delle persone. La sostenibilità aziendale va oltre l’impatto ecologico di un’impresa, considerando anche il benessere della società.

Attualmente, i progressi aziendali nel campo della sostenibilità sono notevoli, soprattutto se confrontati con il passato. Ciò è evidente nell’importanza data dalle aziende principali ai tre pilastri ESG (Environmental, Sociale e di Governance). Questi pilastri fungono da criteri per gli aspetti ambientali, sociali e di governance utilizzati per formulare strategie aziendali e prendere decisioni oculate per l’ambiente e i cittadini.

Cosa si intende per sostenibilità ambientale?

Environmental: Sostenibilità ambientale dell’azienda

L’integrità ambientale costituisce la base della sostenibilità aziendale. Per essere sostenibile, un’azienda si impegna a mantenere l’integrità ambientale.
Innanzitutto, un’azienda sostenibile deve avere un business ecologicamente responsabile, un requisito fondamentale per qualsiasi entità che aspiri ad adottare un approccio alla sostenibilità più completo. Questo processo può coinvolgere diverse fasi, dalla riduzione delle emissioni inquinanti al raggiungimento di un modello aziendale climaticamente neutro o positivo.

Nello specifico, è possibile identificare:

  • Impiego di Energie Sostenibili: un’azienda impegnata nella sostenibilità deve optare per fonti energetiche sostenibili al fine di limitare l’impatto sull’ambiente. Spesso, le imprese iniziano ad acquistare crediti di compensazione delle emissioni di carbonio per ridurre la propria impronta ecologica. In seguito, possono transitare all’approvvigionamento di energia pulita da fornitori specializzati, per poi giungere alla produzione autonoma di energia sostenibile tramite l’installazione di impianti fotovoltaici ed eolici
  • Minimizzazione dell’Influenza sull’Ambiente: Oltre alla riduzione delle emissioni di gas serra, l’approccio sostenibile in ambito aziendale richiede un’esame approfondito e completo dell’ambiente. Ciò implica la riduzione del consumo d’acqua, la gestione accurata dei rifiuti aziendali, dando preferenza all’utilizzo di materiali riciclati e riciclabili, e ottenendo certificazioni ambientali che confermino l’origine sostenibile delle materie prime
  • Implementazione di Strategie Circolari: Un principio fondamentale per promuovere la sostenibilità aziendale è l’implementazione di strategie circolari, modelli virtuosi che promuovono il recupero, il riciclo e il riutilizzo dei prodotti aziendali. La circolarità mira a prolungare il ciclo di vita dei materiali e dei prodotti, progettandoli in modo che siano adatti per essere riutilizzati in altre situazioni o facilmente riparabili, contribuendo così a ridurre l’impatto ecologico
  • Incorporazione della Mobilità Sostenibile: La tutela dell’ambiente implica anche la riduzione delle emissioni inquinanti legate alle operazioni aziendali, attraverso l’adozione della mobilità sostenibile per la gestione degli spostamenti dei dipendenti, dirigenti e collaboratori. In questo contesto, è opportuno esaminare soluzioni come la mobilità elettrica, la micro mobilità urbana sostenibile e la mobilità integrata (car pooling, bike sharing, uso dei mezzi pubblici, preferenza per i treni rispetto agli aerei quando possibile)
  • Utilizzo Responsabile delle Risorse Naturali: Investendo nell’efficienza e nella sostenibilità dei processi aziendali, è possibile ottimizzare l’impiego delle risorse naturali, contribuendo a ridurre al minimo l’impatto attuale e futuro sull’ambiente aziendale. Ciò coinvolge non solo la riduzione delle emissioni di gas serra, ma anche la gestione oculata del consumo di suolo attraverso pratiche di costruzione, il miglioramento dell’efficienza energetica negli uffici e negli impianti produttivi, la gestione adeguata delle acque reflue e la tutela della flora e della fauna locali.

Come promuovere la sostenibilità sociale in un’azienda?

Social: Sostenibilità sociale aziendale

Un’impresa sostenibile è un’entità ecologicamente consapevole e considera anche le ripercussioni sociali delle sue attività, mirando a un modello di sviluppo con un impatto positivo sulla comunità.

Questo principio riguarda gli individui e l’intera società locale, nazionale e globale, garantendo che l’azienda rispetti aspetti fondamentali per una crescita sostenibile, come:

  • Sicurezza sul lavoro: Le aziende impegnate nella sostenibilità garantiscono il massimo rispetto per la vita dei lavoratori mediante l’adozione di stringenti misure di sicurezza. Adeguarsi soltanto agli obblighi legali non è adeguato; è fondamentale coinvolgere attivamente i lavoratori per sviluppare processi aziendali virtuosi volti alla prevenzione e alla gestione della sicurezza sul lavoro
  • Diritti dei lavoratori: Un’azienda sostenibile rispetta i diritti dei lavoratori, garantendo una remunerazione equa per tutti i dipendenti e implementando misure di welfare sociale che migliorano il benessere dei lavoratori e delle loro famiglie. Ciò può includere servizi di assistenza all’infanzia in loco, programmi di assistenza sanitaria o il monitoraggio della salute psicofisica dei lavoratori
  • Giustizia e uguaglianza per i lavoratori: Un’impresa sostenibile evita discriminazioni tra i lavoratori e promuove l’uguaglianza sociale e la giustizia. Questo viene raggiunto attraverso l’adozione di politiche aziendali che proteggono gli individui vulnerabili, contrastano comportamenti discriminatori e favoriscono l’inclusione sociale all’interno dell’organizzazione.

Cosa si intende per sostenibilità economica?

Governance: Sostenibilità economica dell’azienda

Il terzo pilastro della sostenibilità aziendale è economico, indicando la capacità di un’azienda di creare valore per la comunità attraverso prodotti e servizi che migliorano la qualità della vita delle persone. La sostenibilità economica di un’azienda implica la ricerca di profitti etici attraverso la crescita organizzativa che genera valore per tutte le parti interessate e la società, promuovendo il vero benessere dell’economia locale.

Per raggiungere questi risultati, è essenziale concentrarsi su:

  • Innovazione tecnologica: Le imprese sostenibili dedicano risorse all’innovazione e alla tecnologia per stimolare il progresso e generare posti di lavoro altamente qualificati, contribuendo così a fornire significativi benefici alla società
  • Prodotti e servizi realmente utili: Nell’ambito della sostenibilità aziendale, è essenziale fornire prodotti e servizi che siano veramente utili alla società, minimizzando o eliminando gli impatti ambientali e soddisfacendo le reali esigenze delle persone
  • Benefici sociali tangibili: Le imprese sostenibili non solo offrono occupazioni qualificate e ben retribuite, ma praticano una remunerazione equa ai fornitori, adottano materie prime certificate e locali, contribuendo attivamente alla crescita sostenibile e al prosperare dell’economia locale.

Come rendere un’azienda sostenibile?

In che modo quindi le imprese possono favorire lo sviluppo sostenibile? L’adozione di pratiche sostenibili nella supply chain è diventata una priorità per le aziende desiderose di contribuire all’ambiente. Integrare la sostenibilità nella gestione della catena di approvvigionamento può generare benefici significativi. Grazie a sedApta potrete apprezzare i principali vantaggi derivanti dall’implementazione di strategie sostenibili lungo l’intero ciclo di vita dei prodotti all’interno di una supply chain manifatturiera.

All’interno dei vari moduli che compongono la suite sedApta per la pianificazione e l’esecuzione delle operazioni (S&OP – S&OE – MOM), sono, infatti, stati implementati e resi disponibili KPI significativi e specifici per mantenere il controllo anche sugli aspetti legati alla sostenibilità.

 

Principali benefici derivati dall’implementazione di strategie sostenibili nel ciclo di vita dei prodotti all’interno di una catena di approvvigionamento manifatturiera.

  • Misurazione della sostenibilità nel ciclo di vita del prodotto: Abbracciare un approccio sostenibile consente la misurazione e la valutazione dei fattori ambientali, sociali ed economici per ogni fase del ciclo di vita del prodotto. Questo fornisce un quadro completo per comprendere l’impatto complessivo delle attività manifatturiere sulla sostenibilità e individuare aree di miglioramento.
  • Modello industriale circolare: Un vantaggio chiave delle pratiche sostenibili nella catena di approvvigionamento è l’adozione di un modello industriale circolare. Questo approccio promuove la riduzione, il riutilizzo, il riciclo e il recupero dei materiali, creando un’economia circolare in cui i rifiuti si trasformano in risorse. Ciò porta a una maggiore efficienza in termini di impatto ambientale, riduzione dei rifiuti, conservazione delle risorse naturali e, non da ultimo, contenimento dei costi.
  • Miglioramento della pianificazione della produzione: Introdurre la sostenibilità nella pianificazione della produzione consente l’ottimizzazione delle risorse, la riduzione dei rifiuti e il miglioramento complessivo dell’efficienza. La pianificazione tiene conto non solo dei fattori economici, ma anche degli aspetti ambientali e sociali, garantendo un equilibrio tra profitto e sostenibilità.
  • Controllo della sostenibilità nella produzione: La tecnologia consente il monitoraggio automatico dei dati di sostenibilità durante le fasi di produzione. Ciò consente un controllo efficace dell’impatto ambientale attraverso la valutazione di indicatori chiave e la fornitura di informazioni preziose per la rendicontazione sulla sostenibilità.
  • Vantaggi competitivi derivanti dalla logica di remanufacturing e riciclo: l’analisi simulativa dei possibili modelli aziendali, inclusi il remanufacturing, il riutilizzo e il riciclo dei prodotti finiti, fornisce una prospettiva sui vantaggi competitivi derivanti da tali pratiche. Questo può includere l’ottimizzazione della reverse logistics per il recupero dei materiali dai clienti ai magazzini aziendali, riducendo gli sprechi e promuovendo una gestione efficiente delle risorse.

L’integrazione della sostenibilità nella supply chain apre la strada a un futuro circolare in cui l’efficienza, l’impatto ambientale ridotto e la responsabilità sociale diventano la norma. Misurare la sostenibilità, applicare il modello di industria circolare, migliorare la pianificazione della produzione e monitorare la sostenibilità nella produzione sono solo alcuni dei benefici che possono essere ottenuti. Investire nella sostenibilità non solo migliora l’immagine aziendale, ma crea anche un vantaggio competitivo duraturo nel panorama aziendale moderno.

 

Per questo motivo, sedApta ha sviluppato, in collaborazione con alcune aziende ed università, il progetto innovativo SIIP – Sustainable, Intelligent, Industrial, Planning. L’obiettivo principale è supportare l’evoluzione dei processi aziendali nella supply chain manifatturiera per la gestione della sostenibilità, sfruttando le tecnologie dell’industria 4.0 per la creazione di quella che definiremo Green Supply Chain. Il progetto mira a catturare ed integrare i driver per la sostenibilità, valutare e ridurre le emissioni operative, e monitorare l’impatto sociale ed economico attraverso la promozione di un’industria circolare. Tale iniziativa dimostra l’impegno di sedApta nella promozione di soluzioni avanzate per la sostenibilità e l’efficienza nella gestione delle supply chain.

Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci!