Software 4.0

Cosa significa “industria 4.0”?

Con “industria 4.0” ci si riferisce all’insieme dei processi di automazione che consentono di mettere in comunicazione fra loro un macchinario industriale e un software informatico, in gergo tecnico software 4.0.

L’obiettivo finale è il miglioramento e l’ottimizzazione di processi aziendali ottenendo la riduzione degli sprechi e dei costi di gestione attraverso l’implementazione di software per industria 4.0 basati anche su nuove tecnologie come il machine learning (ML), l’intelligenza artificiale (IA) e l’IoT (Internet of Things).

A livello pratico è possibile connettere ad un software qualsiasi macchinario industriale; un esempio potrebbe essere integrare un sistema di acquisizione dati dal campo per l’ottimizzazione dei processi produttivi con le scorte di magazzino, ossia con i differenti sistemi informativi predisposti.

Ma quali sono i vantaggi per un’azienda? Spesso l’idea di iniziare un progetto di industria 4.0 software spaventa, perché è di immaginario comune che ci siano alti costi da sostenere: nei prossimi passaggi vedremo che grazie al credito di imposta non è così, soprattutto in questo momento.

4.0 software: i vantaggi dell’innovazione

Dare il via ad un progetto di industria 4.0 significa migliorare i processi produttivi sotto ogni aspetto. È proprio grazie all’integrazione dei macchinari con i software, che le smart factory riescono ad abbattere costi e sprechi.

La possibilità di avere in qualsiasi momento dati sempre aggiornati e in tempo reale permette di avere informazioni precise su diversi fattori – stato della macchina, numero di pezzi prodotti, velocità di produzione e molto altro. I benefici che si possono ricavare dall’analisi costante dei dati sono molteplici:

  • incremento dell’efficienza produttiva
  • riduzione scarti, costi e tempi di produzione
  • analisi predittive precise grazie a ML e IA
  • pianificazione strategica e migliore organizzazione del lavoro
  • aumento della qualità del prodotto
  • ottimizzazione delle risorse (persone, materiali e strutture) impiegate nel processo di produzione
  • risparmio energetico grazie all’ottimizzazione dei macchinari.

Software 4.0 credito di imposta e incentivi fiscali

Le aliquote di credito imposta differiscono a seconda che si tratti di acquisto di beni strumentali materiali (pari al 40%) ovvero beni strumentali immateriali (50%).

 

Software 4.0 credito imposta: come viene erogato e a chi spetta

Gli incentivi fiscali per l’industria 4.0 previsti dal Ministero sono erogati sotto forma di credito d’imposta utilizzabile esclusivamente in compensazione tramite modello F24.

Il credito d’imposta, identificato come bonus acquisto software, deve essere indicato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta in cui sono state sostenute le spese, e nelle dichiarazioni relative ai periodi successivi, ed è utilizzabile a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello di sostenimento delle spese ammissibili.

Affinché il credito venga erogato, le aziende devono presentare una documentazione specifica, che varia in base all’ammontare della spesa.

 

Bonus acquisto software

Chi può usufruire degli incentivi fiscali?

Possono accedere al credito di imposta previsto dal Piano Transizione 4.0 tutte le imprese residenti in Italia indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico, dalla dimensione e dal regime fiscale di determinazione del reddito. Il credito fiscale è applicabile anche per gli investimenti riguardanti beni diversi da quelli materiali, purché funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese.

Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci!