Il comparto Dairy, tra complessità e sfide

Un mondo estremamente articolato con enormi responsabilità nei confronti dei consumatori

La lavorazione dei prodotti lattiero-caseari sta aumentando per soddisfare la domanda di prodotti a base di latte da parte di una popolazione sempre più numerosa. Tuttavia, dietro il fascino di prodotti alimentari deliziosi e nutrienti, l’industria agroalimentare in generale è immersa in una serie di sfide critiche: nodi cruciali che richiedono un’attenzione particolare poiché minacciano l’efficienza, la sicurezza e la sostenibilità del settore.

 

Le imprese di trasformazione del settore lattiero-caseario svolgono un ruolo difficile, che comprende sia gli aspetti produttivi sia quelli commerciali. sedApta supporta le aziende nel superare alcune delle principali problematiche proponendo possibili soluzioni per tali criticità, grazie ad approcci olistici e collaborativi per garantire flessibilità e prosperità a lungo termine.

Le criticità del comparto Dairy

Per un consumatore comprare un cartone di latte, un vasetto di yogurt, una confezione di mozzarella, un pezzo di formaggio è un gesto semplice. Dietro a questo atto d’acquisto, in realtà, si nasconde una grande complessità operativa e organizzativa.

 

Prodotti

Quella lattiero-casearia è una filiera eterogenea e complessa, che vive grazie al lavoro e all’impegno di decine di migliaia di persone. Prima che i prodotti arrivino sugli scaffali, infatti, sono coinvolti attori di vario genere, per la produzione, il controllo e l’analisi di materie prime e prodotti finiti.

 

Deperibilità delle materie prime

La deperibilità delle materie prime è una delle sfide principali dell’industria lattiero-casearia, poiché il latte e i suoi derivati richiedono condizioni di conservazione rigorose per mantenere la loro qualità e sicurezza alimentare. In generale questo settore richiede una gestione precisa delle scorte e una distribuzione rapida per evitare la scadenza dei prodotti prima che raggiungano i consumatori. Questo aspetto è cruciale per ridurre gli sprechi e garantire la redditività dell’intera supply chain.

Grazie alle soluzioni sedApta, le aziende hanno la possibilità di gestire al meglio gli acquisti delle materie prime e le eventuali eccedenze a rischio di obsolescenza tramite:

  • Definizione di un più accurato forecast matematico, attualizzato con l’ausilio della rete commerciale (forecast di consenso)
  • Pianificazione e schedulazione basata sugli effettivi fabbisogni giornalieri
  • Controllo lungo l’intera supply chain tramite control tower simulativa.

Breve shelf life

Anche la shelf-life limitata dei prodotti finiti richiede una gestione molto precisa, per evitare perdite economiche legate a prodotti invenduti e sprechi alimentari.

Adottando pratiche innovative e tecnologie avanzate offerte dalla suite sedApta, le aziende lattiero-casearie possono ottimizzare gestire la pianificazione dell’intera supply chain e ottimizzare il piano di produzione, attraverso una schedulazione che gestisca in maniera proattiva le materie prime, i semilavorati e il packaging.

 

Co-prodotti e prodotti derivati

Un fattore molto importante è anche l’ottimizzazione dell’utilizzo e la destinazione dei prodotti derivati dal latte, permettendo di sfruttare a pieno l’utilizzo delle materie prime, riducendo i costi di acquisto e il rischio di obsolescenza: sedApta aiuta le aziende del dairy su questo ambito, attraverso logiche di pianificazione molto evolute.

Processo produttivo

I prodotti lattiero-caseari sono soggetti a severe norme di sicurezza in materia di produzione alimentare, in quanto devono essere conformi alle certificazioni e agli standard richiesti.

 

Utilizzo di silos e tubature di trasferimento

Un tema molto importante nel processo produttivo del settore lattiero caseario è la verifica della disponibilità dei tank e dei pipe: l’algoritmo di schedulazione sedApta è in grado di gestire i tank a capacità finita, modellizzando la disponibilità dei pipe, dalle fasi di lavaggio e sanificazione, considerando i cambi prodotto e i periodi di non utilizzo.

 

Gestione delle materie prime ricevute in eccesso

Anche l’allocazione della materia prima sui vari siti produttivi è un tema di attenzione, in quanto bisogna considerare i fabbisogni effettivi degli stabilimenti, la capacità di stoccaggio, la possibilità di declassamento e il riutilizzo della materia, i costi di trasporto. Il sistema di pianificazione è in grado di riadattare i piani di produzione sulla base dell’effettivo arrivo/disponibilità di materia prima.

 

Mercato

Con la fine del processo produttivo, il lavoro non è certo terminato: anzi, entrano in questo momento in gioco tutti gli aspetti commerciali ancora più delicati. Questo vuol dire definire volumi, calendari di consegna, listini, prezzi, sconti, offerte e promozioni.

 

Promozioni

Le promozioni sono attività di marketing volte a stimolare l’acquisto di un prodotto in un momento in cui le vendite normali sarebbero più basse. Le promozioni possono assumere diverse forme, tra cui sconti, offerte speciali, pacchetti che combinano diversi prodotti a prezzo scontato e campagne pubblicitarie. Gestire l’impatto che hanno le promozioni sulla produzione e l’approvvigionamento che risulta particolarmente critico per i materiali ed i prodotti a breve shelf-life.

sedApta applica diverse tecniche per la gestione delle promozioni, volte ad aiutare le aziende a migliorare le previsioni di vendita:

  • l’analisi dei dati storici delle vendite per programmare le promozioni in modo strategico;
  • la segmentazione dei clienti in base alle loro preferenze e abitudini d’acquisto;
  • il monitoraggio dei risultati per valutare l’efficacia delle promozioni.

 

Distribuzione giornaliera della domanda

La freschezza del prodotto e delle materie prime richiede di pianificare e produrre con logiche precise, riducendo il più possibile i volumi di magazzino dei prodotti finiti e delle materie prime a rischio di scadenza.

 

Per ottenere questo è necessario distribuire le previsioni di vendita settimanali sui giorni della settimana, sulla base di pattern definiti in funzione delle caratteristiche del prodotto, della tipologia della domanda e dei canali di vendita. Sfruttando gli algoritmi di artificial intelligence offerti dalla suite sedApta, è possibile tarare automaticamente le percentuali di distribuzione dei pattern, in funzione dell’evoluzione del mercato.

In conclusione, affrontare le sfide nella supply chain del settore lattiero-caseario richiede un approccio strategico e l’adozione di soluzioni innovative. Attraverso l’implementazione delle soluzioni sedApta la collaborazione tra gli attori della supply chain e una costante attenzione alla flessibilità operativa, le aziende possono superare le problematiche e creare una supply chain più robusta e efficiente.

Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci!